Ecco fatto!

Domanda: Di cosa avevi paura, ed invece ora funziona in modo fantastico?

Una domenica sera di fine febbraio, gli italiani si sono confrontati con la nuova situazione della chiusura totale di scuole e asili entrata in vigore a partire da lunedì. In Germania la stessa situazione era stata anticipata almeno da un breve preavviso prima delle chiusure scolastiche.

Chi non si è fatto prendere dal panico e si è posto la domanda: ma adesso, come devo organizzarmi con la famiglia e il lavoro? A volte se  ci buttano in mezzo al mare impariamo a nuotare e a vincere le paure inutili prendendo coscienza delle proprie capacità e possibilità.

I tedeschi erano stupiti in merito a …

La pace in famiglia

Quelli che solo nei fine settimana erano occupati a „rendere tutti i famigliari felici“, sono diventati estremamente nervosi a stare insieme giorno dopo giorno. Le coppie, che spesso litigavano nel poco tempo dopo il lavoro, erano convinti che sarebbe stata una escalation crescente di litigi. Tuttavia, molte sono le persone rimaste positivamente sorprese scoprendo che la convivenza diventava sempre più armoniosa rispetto ai tempi normali. I fratelli hanno imparato ad aiutarsi a vicenda mentre i loro genitori lavoravano.

Avevo paura che in famiglia, ci saremmo rotto le scatole.

Il multitasking

Poter lavorare da casa non è stato per tutti un bel sogno che si è realizzato all’improvviso. Infatti, avete dovuto imparare a fare le videoconferenze, dal punto di vista tecnico e dopo svariate prove infruttuose. Ma chi ha detto che il capo è più intelligente di noi? In aggiunta i genitori hanno dovuto sostituirsi alla scuola. La cosa più difficile da immaginare: gestire a casa un ufficio e una scuola allo stesso tempo. Ma ha funzionato meglio del previsto per la maggior parte di voi.

Insegnare ai miei figli e lavorare allo stesso tempo.

Gli italiani non immaginavano che …

Una scuola senza scuola

All’inizio della quarantena, i genitori italiani credevano ancora di tener duro una o due settimane mentre i figli lo consideravano una vacanza extra piovuta dal cielo, come i lori insegnati del resto. Quindi c’è stato qualche compito a casa, che era ancora abbastanza gestibile. Ma presto fu chiaro: nessuno va più a scuola per tutto l’anno scolastico. Da qui, è nato il termine „didattica a distanza“, che comprende le videoconferenze e le lezioni online. Potrebbe funzionare, anche per i bambini delle scuole elementari? Ma dopo i problemi iniziali, in qualche modo ha funzionato. Chi avrebbe potuto immaginarselo sei mesi fa?

Avevo paura della didattica a distanza.

Home sweet Home

Sempre tra le tue quattro mura domestiche? Ogni giorno? Tutti insieme? Questa sfida ha dato modo di trovare soluzioni fantasiose e ha rafforzato lo spirito combattivo in molti di voi. L’impegno è massimo nelle situazioni estreme. Creiamo armonia, superando le difficoltà insieme. Questo ci rende felici.

Lo stare a casa tutti insieme tutto il giorno stando in armonia.

Posso farcela!

In generale, molti hanno confermato di avere la sensazione di ritrovare sé stessi e di crescere personalmente. Abbiamo imparato che „Non posso farlo“ era facile da dire quando avevamo un’alternativa comoda.

Delle proprie capacità e forza.

La settimana prossima la domanda: Che cosa ci è mancato di più durante il periodo della quarantena? Gli italiani e i tedeschi la penseranno più o meno allo stesso modo?

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden /  Ändern )

Google Foto

Du kommentierst mit Deinem Google-Konto. Abmelden /  Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden /  Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden /  Ändern )

Verbinde mit %s

%d Bloggern gefällt das: